Logo Istituto Professionale Statale Socio-Commerciale-Artigianale 'Cattaneo - Deledda'

Cattaneo - Deletta
Cattaneo - Deletta
Cattaneo - Deletta
Cattaneo - Deletta
Cattaneo - Deletta
Cattaneo - Deletta
Cattaneo - Deletta
Cattaneo - Deletta
Cattaneo - Deletta
Cattaneo - Deletta
Cattaneo - Deletta
Cattaneo - Deletta
Cattaneo - Deletta
Cattaneo - Deletta

Istituto Professionale Statale Socio-Commerciale-Artigianale

Strada degli Schiocchi, 110 - 41124 Modena
Tel. 059 353242 - Fax 059 351005

Email: morc08000g@istruzione.it
PEC: morc08000g@pec.istruzione.it

Home > AREA DOCENTI/ATA > Formazione docenti > Formazione esterna - proposte di altre Agenzie

Ripensare la didattica: per una “cultura dell’errore”

Ripensare l’educazione (e la formazione) significa affrontare il passaggio, tutt’altro che scontato e semplice, dalla linearità alla complessità, dall’ordine al caos (in realtà, le due dimensioni coesistono nei fenomeni e nei processi), dalla verità all’incertezza, al dubbio, all’errore; lavorando sulla dimensione dell’empatia (e di un’educazione alla comunicazione) e sulla costruzione di una “cultura dell’errore” (Dominici,1996 e sgg.). Dobbiamo confrontarci, in tal senso, con un’ipercomplessità che ci costringe a fare i conti con alcuni urgenze:

L’urgenza di superare i vecchi modelli lineari e cumulativi che continuano a segnare in profondità l’articolarsi e la stessa organizzazione dei saperi.

L’urgenza, una volta per tutte, di andare oltre le logiche di separazione e di reclusione dei saperi che, di fatto, vincolano i processi educativi e formativi all’interno di dinamiche individualistiche che consentono soltanto la trasmissione dei saperi, e non la loro comunicazione e condivisione.

L’urgenza di superare una vecchia idea/visione dell’apprendimento come processo di accumulazione dei saperi in vista di processi di apprendimento sempre più complessi e articolati ma, soprattutto, sempre più orientati verso la cooperazione e la collaborazione.

L’urgenza di riorganizzare, non soltanto i percorsi didattico-formativi, incoraggiando interdisciplinarità e multidisciplinarità (fondamentale), bensì ripensando l’intero sistema di pensiero e accrescendo la conoscenza della conoscenza (Morin) aumentando la relativa consapevolezza.

 

Relatore: Prof.Piero Dominici, sociologo e filosofo, Fellow della World Academy of Art and Science, è Direttore scientifico dell’International Research and Education Programme on Human Complex Systems –  Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e delle Formazione, Università degli Studi di Perugia

Inserito il 13/11/2020 - Aggiornato il 13/11/2020 ore 14:52 - N° visioni: 54 - Stampa